Carrello 0
Enrico Fermi. Gli anni italiani

Enrico Fermi. Gli anni italiani

Autore: Cordella Francesco, De Gregorio Alberto, Sebastiani Fabio

ISBN13: 9788835982180

Anno pubblicazione: 2022

€14.25 €15.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €39,90 o in caso di promozione

Spedizione Standard €2,95

Spedizione Espressa €3,95



Quando, nel 1938, Enrico Fermi riparò negli Stati Uniti, aveva alle spalle un'attività scientifica straordinariamente ricca ed eclettica. Nel 1926, quando, a 25 anni, divenne professore di fisica teorica nell'Istituto di via Panisperna a Roma, Fermi aveva già al suo attivo alcuni contributi rilevanti allo studio della relatività e alla fisica quantistica. Negli anni successivi la fisica nucleare sarebbe diventata il suo principale interesse. Gli anni della sua formazione (la passione adolescenziale per la fisica e la matematica, gli studi alla Normale di Pisa, il perfezionamento in Germania e Olanda, l'incarico di fisica matematica all'università di Firenze, ottenuto a soli 23 anni) sono al centro di questo volume, affascinante biografia intellettuale di una delle figure cardine della scienza contemporanea. Gli autori evidenziano i legami di Fermi con le grandi rivoluzioni scientifiche di inizio secolo, il suo rapporto con Orso Mario Corbino e con i colleghi (da Franco Rasetti a Edoardo Amaldi), le sue doti di leader scientifico e di maestro, simbolo di una stagione esaltante della fisica italiana.


Formato 15x21 cm., 336 pagine.

Pubblicato a giugno 2022.

Stampato su carta certificata FSC.


INDICE

Introduzione
Cronologie

I. La fisica italiana nel primo quarto di secolo
Le rivoluzioni quantistica e relativistica, p. 15 - La situazione italiana, p. 31 - La fisica negli atenei di Pisa e Roma, p. 33 - I rapporti tra la fisica e la fisica matematica, p. 37 - Le posizioni dei fisici italiani, p. 38.

II. Il richiamo della fisica (1915-1918)
La famiglia Fermi, p. 49 - La guida e i consigli dell’ingegner Adolfo Amidei, p. 52 - La Fisica matematica di Andrea Caraffa, p. 54 - Il Trattato di meccanica di Siméon-Denis Poisson, p. 57 - La Fisica di Orest Danilovic Chwolson, p. 59 - Il compito di ammissione alla Normale, p. 65.

III. Il periodo universitario a Pisa (1918-1922)
Franco Rasetti, p. 71 - Studi autonomi, p. 73 - «Alcune teorie fisiche», p. 74 - Ulteriori studi e prime ricerche, p. 82 - Il lavoro di tesi, p. 86.

IV. Il debutto di Fermi come fisico teorico
Il primo articolo di Fermi, p. 91 - Il secondo articolo di Fermi, p. 95 - Un contributo di valore permanente, p. 98 - La soluzione proposta da Fermi per un annoso rompicapo, p. 100 - Ulteriori articoli giovanili di Fermi riguardanti la relatività, p. 103.

V. In Italia e all’estero (1922-1925)
Roma: luglio-dicembre 1922, p. 112 - Gottinga: gennaio-agosto 1923, p. 117 - Di nuovo a Roma: settembre 1923-agosto 1924, p. 125 - Laura Capon, p. 129 - Leida: settembre-dicembre 1924, p. 132 - Firenze: gennaio-dicembre 1925, p. 137.

VI. La statistica di Fermi (1926)
Alcuni segnali precursori, p. 145 - La nuova statistica quantica, p. 150 - I dettagli dell’articolo, p. 156 - Le accoglienze alla nuova statistica, p. 163.

VII. I ragazzi di via Panisperna
Il Regio Istituto Fisico di via Panisperna, p. 173 - La nascita del gruppo, p. 175 - Le ricerche di spettroscopia: 1927-1933, p. 182 - Gli spettri Raman dei gas biatomici e le strutture spettrali iperfini, p. 185 - Le lezioni sull’elettrodinamica quantistica, p. 190 - Primi passi verso la fisica del nucleo, p. 194.

VIII. La fisica del nucleo e la teoria di Fermi del decadimento beta (1931-1933)
Gli enigmi del nucleo, p. 197 - Il Congresso di Roma del 1931, p. 201 - La scoperta del neutrone, p. 206 - Le forze nucleari, p. 209 - Il Congresso Solvay del 1933, p. 212 - La teoria di Fermi del decadimento beta, p. 221.

IX. Neutroni a Roma (1934-1935)
Alfa a Parigi, p. 228 - La scoperta della radioattività indotta dai neutroni, p. 230 - Elementi transuranici?, p. 237 - I neutroni lenti, p. 240 - Caso e necessità nella scoperta di Fermi, p. 251 - Ulteriori ricerche sui neutroni lenti, p. 257.

X. L’epilogo (1936-1938)
L’Istituto Nazionale di Radioattività, p. 261 - La prima macchina acceleratrice italiana, p. 267 - Il premio Nobel e la partenza dall’Italia, p. 268 - Post scriptum, p. 275.

Bibliografia e ulteriori letture

Appendici. La fisica di inizio secolo
1. Atomi e meccanica statistica
L’ipotesi atomica e la teoria cinetica dei gas, p. 289 - La meccanica statistica, p. 291 - L’elettrone e la struttura dell’atomo, p. 295 - Il moto browniano, p. 296.
2. La fisica dei quanti
La radiazione di corpo nero, p. 298 - Planck, Einstein e la quantizzazione dell’energia, p. 300 - L’atomo di Bohr-Rutherford, p. 304 - Einstein e le probabilità di transizione, p. 307 - Il dualismo onda-corpuscolo, p. 309 - La meccanica quantistica, p. 315.
3. La relatività
I postulati della relatività ristretta, p. 323 - Le trasformazioni di Lorentz, p. 325 - La relatività generale, p. 326.

Bibliografia


Francesco Cordella si è laureato in fisica nel 1998 presso l’università «La Sapienza» di Roma, con una tesi di carattere storico su Fermi per la quale ha conseguito il premio dell’Accademia nazionale delle scienze detta dei XL. Attualmente lavora come analista programmatore presso una software house specializzata in applicazioni multimediali.

Alberto De Gregorio si è laureato in fisica nel 2000 presso l’università «La Sapienza» di Roma, discutendo una tesi in Storia della fisica su Fermi con la quale ha vinto il premio dell’Accademia nazionale delle scienze detta dei XL. Frequenta il dottorato di ricerca in fisica presso l’università dell’Aquila e svolge attività di ricerca in Storia della fisica.

Fabio Sebastiani insegna Storia della fisica e dirige il Museo di fisica presso l’università «La Sapienza» di Roma. È autore di numerose pubblicazioni sulla fisica delle particelle elementari e sulla storia della scienza, tra cui il volume I fluidi imponderabili. Calore ed elettricità da Newton a Joule (1990).


Condividi


Altri libri in questa collana