Carrello 0
La bioetica dalla prospettiva della donna

La bioetica dalla prospettiva della donna

Autore: Gonzalo Miranda, Giorgia Brambilla

ISBN13: 9788864731803

Anno pubblicazione: 2015

€29.75 €35.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Pagine: 364.

Quando, negli anni Settanta del secolo scorso, cominciò a formarsi il "movimento della bioetica", si andava affermando da tempo un altro movimento col quale in qualche modo si doveva incrociare: "il movimento femminista". La Bioetica nasceva - prima come moviemtno di idee e di preoccupazioni, poi come disciplina accademica - sulla spinta di tutta una serie di innovazioni scientifiche tecnologiche in ambito biologico e medico. Molte di queste innovazioni suscitavano delle questioni etiche complesse, alcune antiche ma in maniera più pressante e complessa, altre del tutto nuove. E molte di quelle innovazioni e di quelle questioni etiche riguardavano la realtà della donna in maniera diretta e a volte drammatica.

La donna è protagonista di tante decisioni e azioni tra quelle di cui si occupa la Bioetica. A volte è ridotta a oggetto. Ma la donna sa anche essere oggetto che promuove l'intersoggettività e la bellezza del dono come espressione di umanità.

La Facoltà di Bioetica dell'Ateneo Pontifico Regina Apostolorum ha dedicato l'ultimo corso annuale di aggiornamento a questo binomio appassionante e complesso: Bioetica e donna. Pertanto, la prima parte del corso (e dunque di questo volume che ne raccoglie gli atti), è stata dedicata all'indagine sul "mondo della donna". Un'analisi compiuta, come si fa in Bioetica, in maniera multidisciplinare: psicologica, neurologica, medica, sociologica, filosofica, teologica, giuridica.

Nella seconda parte del volume vengono trattate alcune problematiche specifiche. In questo campo abbiamo prestato attenzione soprattutto ai temi riguardanti l'inizio della vita, con i suoi vari collegamenti alla sessualità, al parto, alla gravidanza, la riproduzione assistita, ma anche alla speciale capacità della donna di prendersi cura della vita nei momenti di maggiore vulnerabilità.

Il presente volume intende offrire un contributo al dibattito bioetico e in generale alle discussioni culturali nelle quali si trova immersa la nostra società. Una società che sembra essere sempre più in attesa di quel "genio femminile" che sa accogliere, proteggere e far crescere l'humanum per quello che è.

Gonzalo Miranda. Docente ordinario della Facoltà di Bioetica, Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Laureato in Filosofia e Teologia, Pontificia Università Gregoriana, Roma. Dottore in Teologia. E' membro del Consiglio Direttivo della "Federazione Internazionale di Istituti e Centri di Bioetica di Ispirazione Personalista"; professore invitato del Instituto Superior de Bioética, de la Universidad Catolica de la Santisima Concepcion, Chile. Direttore della rivista "Studia Bioéthica". Membro del Comitato Direttivo delle riviste "Medicina e Morale" (Roma), "Medicina y ética" (México) e "Vida y ética" (ARgentina). Autore di 9 libri e più di 90 articoli su temi di Bioetica e teologia morale. Negli ultimi anni ha impartito più di 350 conferenze, in più di 220 città di vari paesi.

Giorgia Brambilla. E' professore aggregato della facolta di Bioetica dell'ateneo Regina Apostolorum e dovente invitato presso la Pontificia Università Lateranense. Ha conseguito il dottorato in Bioetica con una tesi dal titolo "il mito dell'uomo perfetto. Le origini storico-culturali della mentalità eugenetica" e la Licenza in Teologia morale con specializzazione in morale famigliare e sessuale. E' membro del comitato scientifico dell'Associazione "Scienza e Vita" di Latina. Collabora con numerose associazioni per la formazione su temi relativi alla famiglia e all'educazione affettiva e Bioetica nelle scuole.


Condividi