A.O. Barnabooth. Il suo diario intimo

Valéry Larbaud

A.O. Barnabooth. Il suo diario intimo

Prezzo di vendita$15.00 Prezzo regolare$16.00
Risparmia $1.00
SKU: 9788889212066
Quantità:

Contatti

Newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle nostre pubblicazioni e ricevere offerte in esclusiva iscriviti alla nostra newsletter.

 

Email della casa editrice

info@editoririuniti.it

 

Invio manoscritti

redazione@editoririuniti.it

È gentilmente richiesto l'invio:

  • del testo (anche parziale e non definitivo) nel formato .doc oppure .pdf;
  • di una sinossi o breve presentazione dell'opera;
  • di un CV o breve biografia dell'autore/i.

    Leggiamo e valutiamo tutte le proposte, ma a causa dell'elevato numero di richieste purtroppo non ci è possibile rispondere a tutti.

    Non pubblichiamo romanzi e poesie.

     

    Invio curriculum *al momento non ci sono posizioni aperte*

    risorseumane@editoririuniti.it

    Candidature inviate ad altri indirizzi non verranno prese in considerazione.

     

    Telefono

    Casa editrice: (+39) 380 4590487

    Info ordini e disponibilità titoli: (+39) 351 9283809

     

    Social

    https://www.facebook.com/EditoriRiuniti

    https://www.instagram.com/editoririuniti_libri

     

    Cataloghi

    Cliccare per visualizzare e scaricare il catalogo generale e il catalogo dedicato a Matematica e Fisica.

     

    Indirizzo amministrazione

    Editori Riuniti
    Via di Fioranello, 56
    00134 Roma (RM)

     

    Promozione e distribuzione

    Siamo distribuiti su tutto il territorio nazionale da Messaggerie Libri. La promozione è affidata a EmmePromozione.

    "Prête-moi ton grand bruit, ton allure si douce / Ton glissement nocturne à travers l'Europe illuminée". Era l'Europa in festa che, dicono, conobbe la dolcezza di vivere prima della rivoluzione. E a fissarla così, con occhi d'amore, dal finestrino di un Wagon-Lit, fu A.O. Barnabooth, alias Valéry Larbaud, poeta cosmopolita e patrono di una generazione letteraria plurinazionale. Oggi sappiamo che quell'Europa fu un mito, ma anche Barnabooth-Larbaud lo sapeva.

    Pubblicato per la prima volta nel 1913, Barnabooth è il diario del viaggio che A. O. Barnabooth compie per tutto il vecchio mondo a bordo di un vagone letto. In questo personaggio un po' burlesco, snob e parvenu afflitto dal complesso del proprio denaro, cleptomane per noia, eternamente sedotto dalla bellezza di un alessandrino, di una teiera o dalle spalle di una donna, Valéry Larbaud ha raffigurato se stesso e i miti del suo tempo in maniera indimenticabile: un atto di esorcismo letterario che ha qualcosa di miracoloso, e che ne spiega l'improrogabile resurrezione.

    Contemporaneo e amico di Valéry, di Gide, di Joyce, di Svevo, Valéry Larbaud (1881-1957) albergò sempre in sé due anime: l'insaziabile viaggiatore, proteso verso nuovi paesi e nuovi incontri, e l'aristocratico prosatore amante dell'opera raffinata. Unico erede di un ricco patrimonio famigliare dedicò la propria vita al viaggio e all'arte.

    TRUSTPILOT