Carrello 0
Cina e Vaticano. Dallo scontro al dialogo

Cina e Vaticano. Dallo scontro al dialogo

Autore: Alceste Santini

ISBN13: 9788835952763

Anno pubblicazione: 2003

€11.90 €14.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Pagine: 208.

Nel quadro del nuovo corso politico cinese si parla, per la prima volta dalla svolta comunista del 1949, di una "fase nuova nella questione religiosa" riconoscendo l'apporto che "i credenti possono dalle alla stabilità e alla modernizzazione del paese e a comprendere meglio le questioni mondiali". Una novità significativa.

Giovanni Paolo II aveva proposto di "ripartire" dal metodo del gesuita Matteo Ricci (1552-1610), fattosi "cinese tra i cinesi" nell'intento di favorire l'incontro tra il Vangelo e la millenaria e confuciana civiltà cinese, per aprire "un dialogo con le autorità della Repubblica popolare cinese". Il libro ricostruisce secoli di storia, dai tempi di Marco Polo, quando l'obiettivo dei papi era di convertire il popolo cinese al cristianesimo, al periodo tormentato in cui la Santa Sede accettò per i missionari la "protezione" delle potenze colonialiste occidentali che occupavano parti della Cina. Ripercorrendo le aspre polemiche tra Vaticano e Cina, l'autore si sofferma sui nuovi orientamenti del magistero pontificio e sulle aperture politiche dell'attuale gruppo dirigente cinese alle forze più dinamiche della società. Aperture necessarie per avviare, dopo i successi dell'"economia socialista di mercato", la sperimentazione della democrazia cinese. Dove va la Cina "comunista"? Come si colloca oggi sul piano internazionale?


INDICE

Introduzione

I. La terza rivoluzione cinese. La democrazia e la libertà religiosa

II. La lunga marcia dei papi verso la Cina

III. Le ragioni di un metodo che Matteo Ricci sperimentò

IV. La controversia dei "riti cinesi" penalizza le missioni

V. La Chiesa nel gioco dei protettorati occidentali

VI. Il risvegliod dell'Asia spinge la Chiesa a cambiare

VII.La svolta di Benedetto XV nel nuovo contesto mondiale

VIII. La Chiesa e l'affermarsi di una coscienza nazionale

IX. Pio XI e le nuove realtà cinesi dal 1922 al 1939

X. Pio XII e le relazioni diplomatiche: la rottura con la Cina comunista

XI. La svolta di Giovanni XXIII per dialogare con tutti

XII. Il pontificato di Giovanni Paolo II e il nuovo corso politico e religioso

XIII. La Cina, le religioni, il cristianesimo: dal fallimento dei missionari a oggi

XIV. La canonizzazione di 120 martiri cinesi e l'olocausto di Nanchino

XV. Cina e Vaticano verso la normalizzazione

XVI. La rete Internet nuova "via della seta" tra Cina, Asia e mondo occidentale

XVII. Il comunismo cinese ha un futuro dopo Mao, Deng, Jang Zemin e con Hu Jantao?


Condividi


Altri libri in questa collana