Carrello 0
Ernesto e gli altri. L'omosessualità nella narrativa italiana del Novecento

Ernesto e gli altri. L'omosessualità nella narrativa italiana del Novecento

Autore: Claudio Gargano

ISBN13: 9788835951803

Anno pubblicazione: 2002

€14.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €6,90



Pagine: 248.

Tra reminiscenze androgine e rapide incursioni in letterature più impertinenti della nostra, Ernesto e gli altri si propone di rintracciare modelli e costanti della narrativa omosessuale partendo da una curiosità come I neoplatonici di Luigi Settembrini e approdando ai fasti della palestra e dell'outing. L'autore non si domanda se esiste o meno uno "specifico" gay, ma, prendendo in esame archetipi che rimbalzano da un romanzo all'altro, si affida alla lettura di alcune delle opere che hanno fatto la storia di attitudini e inclinazioni - come le chiamano Angus Wilson e Ronald Firbank - sempre meno sotterranee e clandestine.

Senza tralasciare il complesso di Edipo, tema attorno al quale ruota l'Ernesto di Saba, questo 'baedeker' interpreta la narrativa omosessuale alla luce di Ermafrodito e di Narciso. Il primo, rifiutando la dialettica della storia, si propone, secondo Zolla, "come l'incarnazione dell'Uomo Cosmico". Il secondo, gemello di se stesso, incarna l'emblema "dell'autosufficienza e dell'estasi" e, innamorandosi della propria immagine riflessa, scopre l'altro guardando dentro di sé.

Claudio Gargano ha pubblicato tre raccolte di poesie: I nuovi ozii della posta (1994), Lettere semiserie (1997) e Una ferita d'orrido coltello (2001).


Condividi


Altri libri in questa collana