Carrello 0
Est-Etiche del grigio

Est-Etiche del grigio

Autore: Fabrizia Abbate

ISBN13: 9788864730790

Anno pubblicazione: 2012

€10.20 €12.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Pag. 112.

Perché il grigio? Il libro punta il riflettore su alcune questioni est-etiche, e lo fa nel grigio: senza delineare un inizio ed una conclusione, un bianco e un nero, ma restando nel mezzo della dialettica e della seduzione dell’interpretazione.
Perché tra l’arroganza del nero e la presunzione del bianco, il grigio rappresenta il pensiero critico della filosofia, la mediazione saggia tra gli assoluti, il dialogo ermeneutico.
Quattro camminate per sentieri diversi tra di loro, in compagnia di filosofi di diverso stile e tradizione, da Aristotele a Paul Ricoeur e Vladimir Jankélévitch, da Michail Bachtin a Pierre Bourdieu, da Josè Ortega y Gasset a Tzvetan Todorov.
Tutti accomunati da un filo conduttore: il confronto con la letteratura come strumento di analisi filosofica ed ermeneutica.

 

Fabrizia Abbate è docente di Estetica e Teoria dell’oggetto estetico nella Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre. Laureata in Filosofia, è dottore di ricerca in Etica e Antropologia presso l’Università degli Studi di Lecce. Ha svolto ricerche per l’Università Ca’Foscari di Venezia, il Fondo Europeo per i Rifugiati e il Ministero dell’Interno, l’Università degli Studi Roma Tre. Tra i suoi libri: L’occhio della Compassione. Immaginazione narrativa e democrazia globalizzata in Martha Nussbaum, Studium, Roma 2005 (prefazione di Martha Nussbaum); Raccontarsi fino alla fine. Studi sull’identità narrativa in Paul Ricoeur, Studium, Roma 1998. Per Editori Riuniti University Press ha curato l’edizione italiana del libro di Jacqueline Bhabha (già Direttrice del Comitato Studi per i Diritti Umani dell’Università di Harvard) L’odissea dei bambini migranti, Editori Riuniti University Press, Roma 2008; è tra i curatori del volume Rifugiati oltre l’accoglienza, Editori Riuniti University Press, Roma 2010. Giornalista-pubblicista, ha collaborato come autrice con Rai Due e Rai Sat Premium; per LuxVide-Rai Uno ha collaborato alle ricerche storiche e alla linea editoriale del film tv Papa Giovanni XXIII.

 

INDICE

Introduzione
1. Un’estetica del riconoscimento
Approfondimenti da Paul Ricoeur e Vladimir Jankélévitch
1.1. Ulisse ed Edipo, narrazione e riconoscimento in Ricoeur
1.2. Ulisse, il grigio del misconoscimento in Jankélévitch

2. Un’estetica delle configurazioni sociali
Riflessioni aperte da Michail Bachtin e Pierre Bourdieu
2.1. Il cronotopo di Bachtin, espressione riflessa della identità umana
2.2. Corsi di vita, ruoli e identità nel campo letterario di Bourdieu

3. Un’estetica della metafora viva
Spunti da Aristotele, Henry Bergson e Paul Ricoeur
3.1. Metafora e movimento, tra Aristotele e Ricoeur
3.2. Da Bergson a Deleuze: l’immagine e il movimento

4. Un’estetica del fantastico
Meditazioni di Ortega y Gasset e Tzvetan Todorov
4.1. Don Chisciotte, gli ideali e la realtà secondo Ortega
4.2. Il fantastico e i temi della percezione in Todorov

Bibliografia


Condividi


Altri libri in questa collana