Carrello 0
Il pallone nel burrone. Come i maggiori imprenditori italiani hanno portato il calcio al crac

Il pallone nel burrone. Come i maggiori imprenditori italiani hanno portato il calcio al crac

Autore: Napolitano S., Liguori M.

ISBN13: 9788835954897

Anno pubblicazione: 2004

€10.20 €12.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Formato 14x21 cm., 200 pagine.

Quante volte, giocando a calcio da ragazzi in uno spazio angusto, ma che immaginavamo fosse il Maracanà, abbiamo perso il pallone per un tiraccio fuori bersaglio o un rinvio sbilenco! I grandi hanno fatto lo stesso, mandandolo nel burrone con una gestione dissennata: doping, regali agli arbitri, passaporti falsi, fideiussioni taroccate, ma, soprattutto, un buco di bilancio da brividi. Nell'era delle società per azioni a scopo di lucro, e della Borsa, il calcio italiano è anzitutto questo. Tuttavia i media preferiscono occuparsi di rigori e fuorigioco.

Molti tra i maggiori imprenditori sono corresponsabili dello sfascio: hanno cercato e ottenuto un'immensa massa di denaro, piovuta dalle televisioni, dalle sponsorizzazioni e dalla pubblicità, e l'hanno dilapidata arricchendo i calciatori e i loro procuratori. Hanno tentato di tappare i buchi, inventandosi le plusvalenze fittizie: senza successo. Anno dopo anno le perdite sono aumentate a ritmi da fallimento. Il pallone resiste solo per le sue solide protezioni politiche e finanziarie; ma non potranno tirarlo fuori dal burrone le leggi approvate ad hoc, come lo'ineffabile "spalma perdite". Occorrerebbe un drastico taglio dei costi. Visto l'andazzo, sarà più facile chiedere altri condoni.

Salvatore Napolitano, giornalista finanziario, scrive per Il Manifesto, il settimanale Diario e l'agenzia giornalistica Aga.

Marco Liguori, giornalista finanziario, scrive per Il Manifesto, il settimanale Diario e l'agenzia giornalistica Aga.


Condividi


Altri libri in questa collana