La lingua legata. Educazione e rieducazione del mio linguaggio

Franco Valente

La lingua legata. Educazione e rieducazione del mio linguaggio

Prezzo di vendita$11.00 Prezzo regolare$12.00
Risparmia $1.00
SKU: 9788835953593
Quantità:

Contatti

Newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle nostre pubblicazioni e ricevere offerte in esclusiva iscriviti alla nostra newsletter.

 

Email della casa editrice

info@editoririuniti.it

 

Invio manoscritti

redazione@editoririuniti.it

È gentilmente richiesto l'invio:

  • del testo (anche parziale e non definitivo) nel formato .doc oppure .pdf;
  • di una sinossi o breve presentazione dell'opera;
  • di un CV o breve biografia dell'autore/i.

    Leggiamo e valutiamo tutte le proposte, ma a causa dell'elevato numero di richieste purtroppo non ci è possibile rispondere a tutti.

    Non pubblichiamo romanzi e poesie.

     

    Invio curriculum *al momento non ci sono posizioni aperte*

    risorseumane@editoririuniti.it

    Candidature inviate ad altri indirizzi non verranno prese in considerazione.

     

    Telefono

    Casa editrice: (+39) 380 4590487

    Info ordini e disponibilità titoli: (+39) 351 9283809

     

    Social

    https://www.facebook.com/EditoriRiuniti

    https://www.instagram.com/editoririuniti_libri

     

    Cataloghi

    Cliccare per visualizzare e scaricare il catalogo generale e il catalogo dedicato a Matematica e Fisica.

     

    Indirizzo amministrazione

    Editori Riuniti
    Via di Fioranello, 56
    00134 Roma (RM)

     

    Promozione e distribuzione

    Siamo distribuiti su tutto il territorio nazionale da Messaggerie Libri. La promozione è affidata a EmmePromozione.

    «Non ho memoria di quando ho preso coscienza del mio linguaggio spastico, anche se fin dall'inizio, come mi ricordano i miei, non riuscivo a parlare. Mi esprimevo a gesti. La comprensione altrui era e rimane tuttora una chimera. Le mie parole, i miei discorsi, non vengono compresi o, se pure lo sono, ciò avviene con difficoltà. Con questi ostacoli di natura linguistica sono trascorse cinquanta primavere, i miei stessi anni. E' difficile e drammatico convivere con un linguaggio che, pur essendo il mio, non mi consente di esprimere le mie potenzialità.»

    Queste parole dell'autore spiegano bene il senso del libro: un viaggio attraverso il problema del linguaggio, della sua articolazione, della difficoltà di farsi comprendere dagli altri sia nell'espressione quotidiana che in quella politica, psicoanalitica e della sessualità.

    Il testo si conclude con il sopraggiungere di un nuovo problema, il passaggio dalla nutrizione per via orale a quella artificiale tramite una macchina alimentatrice, e con il presentarsi di ulteriori difficoltà relazionali e di linguaggio.


    TRUSTPILOT