Carrello 0
La risorsa infinita. Per una società democratica della conoscenza

La risorsa infinita. Per una società democratica della conoscenza

Autore: Silvestrini Vittorio, Greco Pietro

ISBN13: 9788835970149

Anno pubblicazione: 2009

€13.17 €15.50

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Formato 15x21 cm., 286 pagine.

[...] Non v’è via di uscita alle difficoltà che si prospettano, se non partiamo da una critica impietosa e una profonda revisione della scala dei valori che oggi la nostra civiltà ha adottato, in particolare per quanto riguarda i modi di consumare. Il motore primo che traina lo sviluppo della nostra civiltà, è il sapere scientifico e l’innovazione tecnologica che ne segue. Non potrà esservi sviluppo equo – né democrazia compiuta – fino a che questa grande risorsa immateriale non apparterrà a tutti i popoli, e a tutti i cittadini di ogni paese [...]

Dalla prefazione del volume

L’attuale modello di sviluppo non è sostenibile per – almeno – tre ordini di motivi:

1. È basato su un consumo di fonti energetiche fossili cosí elevato da comportare, entro pochi decenni, l’esaurimento delle riserve del pianeta.

2. L’impatto ambientale indotto innescherà mutamenti meteo climatici globali catastrofici.

3. Uno sviluppo economico trainato da un unico motore – la generazione di profitto per i soggetti mondiali piú forti – amplifica vieppiú la forbice fra l’esagerata ricchezza a disposizione di pochi, e la fame e la miseria dei piú; inducendo tensioni socio-politiche cosí forti e “oggettive” che non potranno essere a lungo controllate.

Questo libro che analizza questi scenari e prefigura possibili alternative, è articolato in sei parti:

1. Mercato e conoscenza, dove viene analizzato l’ingresso prepotente, sulla scena del mercato globale, di un nuovo attore che si candida ad assumere il ruolo di protagonista: la conoscenza. Una risorsa che, in virtú della sua immaterialità e di altre proprietà, detta all’economia nuove regole e nuovi comportamenti.

2. La sostenibilità ecologica, analizziamo come l’attuale modello economico/culturale, sia “non sostenibile”, cioè incompatibile con la finitezza del contenitore Terra.

3. La scienza nell’era della conoscenza, viene discussa l’evoluzione che i canoni scientifici hanno subíto nel corso del XX secolo.

4. La comunicazione totale, sintetizza le implicazioni che ne conseguono in rapporto ai modi e alla forma della comunicazione scientifica.

5. La risorsa globale, focalizza l’attenzione sui problemi di “governance” dell’economia basata sulla “risorsa conoscenza”.

6. Un Filo di speranza, contiene alcuni semplici ma fondamentali suggerimenti relativi al futuro.

 

Pietro Greco è giornalista scientifico e scrittore. Direttore del Master in Comunicazione della Scienza della SISSA e project leader di ICS (Innovazioni nella Comunicazione della Scienza) è alla guida della rivista on line JCOM-Journal of Science Communication dedicata alla ricerca in comunicazione della scienza. È autore di alcuni libri, tra cui La Città della Scienza. Storia di un sogno a Bagnoli (Bollati Boringhieri, 2006), Pianeta Acqua (Franco Muzzio editore, 2004), Einstein e il ciabattino (Editori Riuniti, 2004).

Vittorio Silvestrini si è laureato giovanissimo, nel 1957, in Fisica, e nello stesso anno si è diplomato con lode alla Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha alle spalle una lunga e prestigiosa attività scientifica in diversi campi, documentata da oltre cento pubblicazioni su riviste internazionali. Ha svolto una cinquantennale attività didattica in numerose istituzioni scientifiche pubbliche e private. Dal 1972 è ordinario di Fisica Generale presso l’Università Federico II di Napoli. Ha pubblicato oltre 30 libri di educazione, divulgazione e formazione scientifica, ed alcuni romanzi e volumi di racconti su temi di Scienza e fantascienza. È fondatore di “Città della Scienza”, il primo Science Center italiano che sorge a Napoli – nell’area ovest della città, a Bagnoli – e che nel 2005 è stato nominato museo scientifico europeo dell’anno dal consiglio d’Europa. Ha ricevuto inoltre, numerosi premi nazionali ed internazionali conferiti a realizzazioni di eccellenza. Nel 2006 l’Unione Europea lo ha insignito – ad oggi unico italiano – del Premio “Descartes” per la comunicazione scientifica.


Condividi


Altri libri in questa collana