Carrello 0
L'allucinazione della modernità

L'allucinazione della modernità

Autore: Pier Paolo Dal Monte

ISBN13: 9788864730998

Anno pubblicazione: 2013

€18.70 €22.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Pagine: 432, formato 15x21 cm.

La prima parte del libro consiste di una disamina critica dell’ideologia che sottostà al nostro modello di sviluppo dove si pone in evidenza l’insostenibilità dal punto di vista energetico e ambientale del modello della crescita produttiva del nostro modello di sviluppo, con esempi che trattano della produzione di cibo, del consumo di idrocarburi (picco del petrolio) e del riscaldamento globale. La seconda parte consiste in una disamina storico-filosofica della genesi del pensiero moderno, ovvero del percorso che ha portato ai dogmi della crescita e del dominio del mondo, nonchè di un’analisi storica della civiltà industriale. La terza parte analizza la «mitologia della modernità », ovvero il complesso di «idee guida» che informano il pensiero moderno e, nella fattispecie il mito economico e quello dello «scientismo». Nella quarta e ultima parte viene analizzata, dal punto di vista sociologico-filosofico, l’alienazione dell’uomo nella moderna società dei consumi e l’evoluzione del capitalismo fino alle ultime fasi di grave crisi del nostro modello economico. L’ultimo capitolo tratta di come l’immaginazione sia importante nel plasmare la nostra concezione del mondo e nel dare forma a questo mondo. In quest’ultima parte si tratta del concetto di Decrescita e si analizza il concetto di immaginazione dal punto di vista storico-filosofico e cerca di fornire qualche suggestione su come potrebbe essere una diversa immaginazione per costruire un mondo diverso da quello attuale.


INDICE

Introduzione p. 11

Parte prima. Civiltà e entropia
I. L’allucinazione della modernità 17
1. L’illusione tecnologica, p. 17; 2. L’esiziale superbia della modernità, p. 20; 3. La volontà di potenza e i limiti del mondo, p. 24; 4. La legge dell’entropia, p. 33; 5. L’entropia nei sistemi viventi, p. 35; 6. Entropia e sistema economico, p. 37; 7. L’energia nelle civiltà, p. 39; 8. Civiltà a energia solare e civiltà a energia fossile, p. 42

II. L’entropia della crescita e la crescita dell’entropia 45
1. La crescita esponenziale, p. 45; 2. L’esplosione demografica, p. 48; 3. Più cibo per tutti: la moderna agricoltura industriale, p. 50; 4. Cibo che consuma calorie, p. 52; 5. Dipendenti dai combustibili fossili, p. 54; 6. Il riscaldamento globale, p. 59; 7. Un «intrepido nuovo mondo», p. 63

Parte seconda. Genesi di un’allucinazione
III. Homo sapiens vs homo faber 69
1. Prigionieri di un’illusione, p. 69; 2. L’annichilimento dei significati, p. 73; 3. La lunga marcia del pregiudizio, p. 76; 4. I simboli di un mondo «vivo»: La parola e il mito, p. 79; 5. «Non di solo pane», p. 84; 6. Vita contemplativa e vita activa, p. 87

IV. La grande trasformazione 95
1. Modernità e mito, p. 95; 2. L’avvento della modernità, p. 102; 3. Lo spirito del tempo e l’immaginazione. La fallita rinascita del Rinascimento, p. 106; 4. L’Eclissi dell’immaginazione: la Riforma e la Controriforma, p. 112; 5. L’eclissi di Dio. Protestantesimo e spirito moderno, p. 115; 6. L’eclissi della verità: le Moderne scienze e l’avvento del Regno della quantità, p. 119; 7. L’eclissi della realtà: il dubbio cartesiano, p. 126

V. La nascita del Regno della quantità 133
1. L’oscurantismo dei “lumi”, p. 133; 2. La nascita dell’economia I. La società come «organismo biologico», p. 137; 3. La nascita dell’economia II. Le macchine sataniche, p. 146; 4. La rivoluzione industriale, p. 148; 5. Valore d’uso e valore di scambio, ovvero “beni” e “merci”, p. 155; 6. L’inferno, p. 163; 7. La vittoria del Progresso, p. 169

Parte terza. Mitologia della modernità
VI. Interludio. L’aporia della modernità 175

VII. Il mito dell’economia e la superstizione del denaro 185
1. Il mito dell’economia, p. 185; 2. Parole simili per significati opposti, p. 192; 3. L’illusione del denaro, p. 196

VIII. Il mito della scienza e il totalitarismo della tecnica 209
1. Il mito della scienza, p. 209; 2. La nascita della tecnica, p. 218; 3. Dalle tecniche all’Universo Tecnico, p. 222; 4. Il «dislivello prometeico», p. 229; 5. Prometeo scatenato, ovvero l’illusione che la tecnica sia nelle mani dell’uomo, p. 233; 6. Schiavi della tecnica, p. 240

Parte quarta. La modernità
IX. Se questo è un uomo 249 1. L’illusione del «migliore dei mondi», p. 249; 2. L’uomo fabbricato in serie, p. 252; 3. L’uomo merce, p. 260; 4. Animal laborans, p. 263; 5. Il fare senza scopo: Animal efficiens, p. 271; 6. Animal consumens: le merci come ricatto e come destino, p. 280; 7. L’ubiquitario canto delle sirene: l’adulto bambino e il mondo come mammella, p. 287; 8. I bambini adulti: la formazione del «recettore», p. 291; 9. Il confortevole nulla della quotidianità, p. 296; 10. Il mondo in effige, p. 303; 11. La terra desolata, p. 307

X. La soluzione finale: il mondo come merce e come mercato 317
1. Condannati a crescere, p. 317; 2. L’età dell’oro del capitalismo, p. 322; 3. La fine (temporanea) dell’illusione, p. 325; 4. Il trionfo della crescita, p. 329; 5. Scricchiolii del sistema, p. 334; 6. Interludio. Comunismo e capitalismo: chiosa su una falsa dialettica, p. 337; 7. La vittoria della «mano invisibile»: la trasformazione del mondo in merce e mercato, p. 341; 8. Raschiare il fondo del barile: il delirio dell’economia «immateriale» e la voragine del debito, p. 351; 9. La fine della corsa, p. 360

XI. L’immaginazione cosmopoietica 365
1. Vecchio pensiero nuova realtà, p. 365; 2. Immaginazione e realtà, p. 373; 3. Una diversa immaginazione, p. 381; 4. Imaginatio vera, p. 396; 5. Mundus humanus, p. 412

Bibliografia 421


Pier Paolo Dal Monte, chirurgo, è stato impegnato, per diversi anni nella realizzazione di brevetti in campo chirurgico e nella divulgazione delle tecniche correlate. Relatore in numerosi congressi internazionali su tematiche chirurgiche, di bioetica e sostenibilità in sanità. Da molti anni studioso di problematiche relative alla crisi del modello socioeconomico delle società industriali, è stato relatore in numerose conferenze su temi relativi alla sostenibilità e alla ridefi nizione del paradigma culturale che informa la società della crescita compulsiva. Autore di numerose pubblicazioni scientifi che è coautore di tre libri di argomento chirurgico. È inoltre coautore del libro Debiti pubblici, Crisi economica e Decrescita felice, col capitolo «La soluzione finale: il mondo come merce e come mercato» Edizioni per la decrescita felice 2012; nonchè del libro Argomenti di bioetica chirurgica col capitolo «La dissoluzione dell’etica nell’età della tecnica: Impossibilità e necessità dell’etica» (2013).


Condividi


Altri libri in questa collana