Carrello 0
Licenziarsi e volare in America per Obama

Licenziarsi e volare in America per Obama

Autore: Liberati Andrea

ISBN13: 9788835970088

Anno pubblicazione: 2009

€12.75 €15.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Formato 15x21 cm., 206 pagine

«In questo libro Barack Obama vince subito, prima, molto prima dell’indimenticabile 5 novembre del 2008. L’autore investe tutto nella speranza. Sente la diversità radicale nelle parole dette. In questo modo, però, Liberati fa un balzo, come in quelle fiabe o quelle storie in cui il bambino sfoglia le pagine di un libro e si trova lui stesso nella foresta. In altre parole l’autore pensa di andare ad osservare una esperienza politica e diventa l’esperienza politica.
L’autore progetta di fare un training accanto ad un evento e diventa l’evento. Si immagina di fare il testimone e diventa protagonista, protagonista come tanti americani. Accorre al giorno nuovo di un nuovo mondo che era rimasto impantanato nel vuoto, e si è trovato in compagnia di un popolo».
Alice Oxman


«Ora mi auguro che questo sogno possa tradursi in realtà anche nel nostro Paese e che si creino le condizioni per far rinascere una politica piú bella, piú pulita, e davvero al servizio della gente. È l’augurio che ci dobbiamo fare noi italiani. Sapendo che anche da noi si può fare. Ma dobbiamo ricostruire una trama equilibrata nel rapporto tra diritti e doveri, dobbiamo essere capaci di affrontare le questioni del nostro Paese con il linguaggio della verità. Si può fare. Ma c’è bisogno che, anche da noi, in tanti giovani torni la passione politica, cosí come è capitato, all’indomani della Seconda Guerra mondiale, quando le giovani generazioni hanno reso possibile, prima il riscatto civile e morale dell’Italia; poi, la sua rinascita sociale ed economica».
Bruno Tabacci

[...] Ma ecco cosa so. So che non sarei qui se non fosse per il fatto che questo Paese mi ha dato delle possibilità. Vengo da gente di modesti mezzi. Avevo una madre single e furono i miei nonni ad allevarmi grazie a borse di studio e ai risparmi fino all’ultimo centesimo di mia nonna, risparmi su cose che probabilmente avrebbe voluto acquistare; e grazie a mia mamma che, a un certo punto, prese la tessera alimentare per mettere il pranzo in tavola [...]

[...] È per loro che corro a presidente. Per mia nonna, che non è riuscita ad abbattere quella barriera invisibile che impedisce alle donne di fare carriera. Per mia madre, che negli ultimi anni ha ingaggiato una dura battaglia legale contro la sua assicurazione privata che non le pagava le cure contro il cancro. Io non dimenticherò, non dimenticherò [...]

[...] Voglio che tutti i nostri figli possano andare in una scuola degna delle loro potenzialità, che li sfidi, li ispiri e infonda loro un senso di meraviglia per il mondo che li circonda. Voglio che possano andare a scuola anche se non hanno genitori ricchi, e voglio che ottengano un buon posto di lavoro, ben pagato e vantaggioso; e che consenta loro di trascorrere tempo con i propri bambini [...]
Barack Obama

 

Andrea Liberati è nato a Terni nel 1976. Laureato in Scienze Politiche all’Università di Perugia. Dal 2001 ha lavorato come assistente politico e portavoce presso la Regione Umbria. Nel giugno 2008 si è licenziato ed è volato negli Usa per offrire il proprio contributo all’«unica rivoluzione democratica» dei suoi primi trenta anni: è stato uno dei pochissimi volontari italiani dell’Obama Campaign. Impegnato nello Stato toss-up della Florida, ha colto numerosi spaccati di vita di un’America in crisi e in bilico tra passato e futuro. Un’irripetibile avventura all’insegna della politica e dell’amicizia, tra nuove speranze di pace.


Condividi


Altri libri in questa collana