Carrello 0
L'Italia del dopoguerra. 1947-1953: una democrazia precaria

L'Italia del dopoguerra. 1947-1953: una democrazia precaria

Autore: Paolo Soddu

ISBN13: 9788835942757

Anno pubblicazione: 1998

€14.90

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Pagine: 384.

Nel primo quinquennio repubblicano, segnato dalla nascita della coalizione centrista guidata da De Gasperi, la democrazia italiana conobbe una divaricazione tra Costituzione scritta e Costituzione reale. La Costituzione sembrava profilare una democrazia di tipo consensuale o consociativo, ma le dinamiche reali si svolsero entro altri binari. La maggioranza di governo si presentò come unica garante possibile della democrazia, e i governi - avvertendo nella Costituzione quasi un impaccio - finirono per servirsi anche della legislazione autoritaria elaborata dalla dittatura fascista. Nacque così una sorta di "democrazia dissociativa", contenente al proprio interno spinte che tendevano pericolosamente a dissolvere il sistema democratico.

All'interno di un quadro interpretativo nuovo, Paolo Soddu offre una ricostruzione attenta dei meccanismo che guidarono la vita politica della giovane democrazia repubblicana, evidenziando motivi e questioni importanti per la comprensione del presente.

INDICE

7 Introduzione

21 1. La costituzione
-     1.1 L'Assemblea Costituente
-     1.2 Il "compromesso storico" della Costituente
-     1.3 La stampa e la Costituzione
 
67 2. La democrazia repubblicana negli anni del centrismo
-     2.1 Dal patto costituzionale alla democrazia dissociativa
-     2.2 Il decorso della democrazia associativa
-     2.3 Dalla democrazia dissociativa alla "democrazia protetta"
 
146 3. Le libertà nella stabilizzazione della Repubblica
-     3.1 La preparazione della campagna elettorale del 1948
-     3.2 La campagna elettorale del 1948
-     3.3 Dopo il 18 aprile
-     3.4 L'attentato a Togliatti
 
212 4. Le libertà nella democrazia dissociativa
-     4.1 La Nato e i Comitati per la pace
-     4.2 Le elezioni amministrative
-     4.3 L'approvazione della nuova legge elettorale politica

 

    284 5. Sulla magistratura nella democrazia dissociativa

    311 Note

    Paolo Soddu ha conseguito il dottorato di ricerca in storia contemporanea presso l'università di Torino. Ha curato e introdotto le edizioni di Diario 1945-1947 (1993) e del Diario dell'esilio (1997). Collabora a Studi storici e Passato e presente.


    Condividi


    Altri libri in questa collana