Negare la storia. L'olocausto non è mai avvenuto: chi lo dice e perché

Michael Shermer, Alex Grobman

Negare la storia. L'olocausto non è mai avvenuto: chi lo dice e perché

Prezzo di vendita$24.00 Prezzo regolare$25.00
Risparmia $1.00
SKU: 9788835952480
Quantità:

Contatti

Newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle nostre pubblicazioni e ricevere offerte in esclusiva iscriviti alla nostra newsletter.

 

Email della casa editrice

info@editoririuniti.it

 

Invio manoscritti

redazione@editoririuniti.it

È gentilmente richiesto l'invio:

  • del testo (anche parziale e non definitivo) nel formato .doc oppure .pdf;
  • di una sinossi o breve presentazione dell'opera;
  • di un CV o breve biografia dell'autore/i.

    Leggiamo e valutiamo tutte le proposte, ma a causa dell'elevato numero di richieste purtroppo non ci è possibile rispondere a tutti.

    Non pubblichiamo romanzi e poesie.

     

    Invio curriculum *al momento non ci sono posizioni aperte*

    risorseumane@editoririuniti.it

    Candidature inviate ad altri indirizzi non verranno prese in considerazione.

     

    Telefono

    Casa editrice: (+39) 380 4590487

    Info ordini e disponibilità titoli: (+39) 351 9283809

     

    Social

    https://www.facebook.com/EditoriRiuniti

    https://www.instagram.com/editoririuniti_libri

     

    Cataloghi

    Cliccare per visualizzare e scaricare il catalogo generale e il catalogo dedicato a Matematica e Fisica.

     

    Indirizzo amministrazione

    Editori Riuniti
    Via di Fioranello, 56
    00134 Roma (RM)

     

    Promozione e distribuzione

    Siamo distribuiti su tutto il territorio nazionale da Messaggerie Libri. La promozione è affidata a EmmePromozione.

    Negare la storia è un viaggio nella mentalità e nella cultura dei negazionisti dell'olocausto. Considerati dalla maggior parte degli studiosi come neonazisti antisemiti che non meritano l'attenzione del mondo scientifico, essi vengono analizzati da uno scienziato sociale e da uno storico, che hanno visitato le loro sedi in California e a Toronto, hanno letto i loro scritti e esaminato i loro siti web, li hanno coinvolti in dibattiti e hanno condotto ricerche nei campi di sterminio nazisti.

    Gli autori indagano in primo luogo sul perché le persone entrino a far parte di gruppi neonazisti, per poi individuare alcuni personaggi di riferimento del contesto sociale e culturale in cui nasce la negazione dell'olocausto. Con questi elementi avvalendosi del metodo storiografico, confutano le affermazioni dei negazionisti e ci mostrano come possiamo essere certi che l'olocausto sia avvenuto nel modo che conosciamo. Questo libro rappresenta anche un importante strumento di replica a tutti coloro che trovano inaccettabili i sofismi di chi vorrebbe dimostrare la fallacia della più grande tragedia che abbia mai colpito il popolo ebraico.

    Negare la storia mostra in modo originale come, una volta ricondotte nell'ambito epistemologico delle scienze storiche, le affermazioni dei negazionisti, come qualsiasi affermazione che non risponda ai requisiti rischiesti da queste discipline, finiscano per perdere ogni credibilità.


    TRUSTPILOT