Roma industriale. Tra dopoguerra e miracolo economico

Grazia Pagnotta

Roma industriale. Tra dopoguerra e miracolo economico

Prezzo di vendita$16.00 Prezzo regolare$17.00
Risparmia $1.00
SKU: 9788864730042
Quantità:

Contatti

Newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle nostre pubblicazioni e ricevere offerte in esclusiva iscriviti alla nostra newsletter.

 

Email della casa editrice

info@editoririuniti.it

 

Invio manoscritti

redazione@editoririuniti.it

È gentilmente richiesto l'invio:

  • del testo (anche parziale e non definitivo) nel formato .doc oppure .pdf;
  • di una sinossi o breve presentazione dell'opera;
  • di un CV o breve biografia dell'autore/i.

    Leggiamo e valutiamo tutte le proposte, ma a causa dell'elevato numero di richieste purtroppo non ci è possibile rispondere a tutti.

    Non pubblichiamo romanzi e poesie.

     

    Invio curriculum *al momento non ci sono posizioni aperte*

    risorseumane@editoririuniti.it

    Candidature inviate ad altri indirizzi non verranno prese in considerazione.

     

    Telefono

    Casa editrice: (+39) 380 4590487

    Info ordini e disponibilità titoli: (+39) 351 9283809

     

    Social

    https://www.facebook.com/EditoriRiuniti

    https://www.instagram.com/editoririuniti_libri

     

    Cataloghi

    Cliccare per visualizzare e scaricare il catalogo generale e il catalogo dedicato a Matematica e Fisica.

     

    Indirizzo amministrazione

    Editori Riuniti
    Via di Fioranello, 56
    00134 Roma (RM)

     

    Promozione e distribuzione

    Siamo distribuiti su tutto il territorio nazionale da Messaggerie Libri. La promozione è affidata a EmmePromozione.

    In passato Roma città parassitaria e burocratica, oggi per alcuni «Roma ladrona». Per tutta la sua storia contemporanea la capitale ha dovuto fronteggiare un atteggiamento «anti-Roma» – come fu definito negli anni cinquanta – la cui essenza è sempre stata la presunta mancanza di un’industria locale.

    Se questa è mancata fino agli anni venti, così non si può dire per il periodo dal fascismo in poi. Il volume attraverso una ricostruzione dettagliata del tessuto produttivo della città e della provincia per il periodo dal dopoguerra al miracolo economico, i diversi settori, le localizzazioni e alcuni casi esemplari, restituisce alla città una parte della sua storia e della sua identità sempre tralasciate.

    Ciò significa restituire al tempo stesso visibilità storica agli industriali romani e al movimento operaio locale, che negli anni cinquanta si batterono per la realizzazione della zona industriale di Tor Sapienza, osteggiata dall’amministrazione capitolina, e dalla rendita fondiaria che per l’area aveva altre intenzioni.

    Ma perché si sono tramandati un’immagine e un discorso pubblico di città senza industrie? Fu proprio negli anni cinquanta che si consolidò questa visione, per un’avversione del nord perpetuata da lungo tempo, per un progetto di capitale religiosa e culturale, per uno contrapposto di costruzione di una capitale industriale che per darsi forza calcava i toni sull’assenza delle fabbriche, e per la visibilità dell’intensa attività edilizia che si affermava come economia dominante nell’ambito romano.
    Soltanto a metà degli anni ottanta, grazie ad iniziative dell’Unione industriali del Lazio, si cominciò a pensare Roma come una città anche industriale.


    TRUSTPILOT