Carrello 0
Shakespeare e l'alienazione dell'io

Shakespeare e l'alienazione dell'io

Autore: Guido Paduano

ISBN13: 9788835959878

Anno pubblicazione: 2007

€10.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Quattro letture

Pag. 100.

Autonomia e funzionalità della mente umana sono fra le categorie che Shakespeare indaga con più creativa ferocia, demistificando nel vivo dell'azione drammatica la mitologia rinascimentale della persona. Re Lear impazzisce, ma solo nella sua pazzia ritrova il senso della realtà e del limite, che quando era ufficialmente sano di mente veniva fagocitato dal mito fiabesco della sovranità. L'anima di Otello è preda della parola falsa e calunniosa di Jago, ma l'amore di Otello per Desdemona resta una fortezza inespugnabile. Gli innamorati del Sogno di una notte di mezza estate sono guidati dall'azione magica di un folletto, non più leggera e infondata tuttavia di quanto non sia la loro stessa incostanza. Amieto è più sottilmente coinvolto in questa tematica: ciò che invade e determina la sua esistenza è un modello paterno tanto venerato quanto irragiungibile nella corruzione dei tempi che conferiscono credito all'assassino. Esaminando le strutture tematiche della commedia e delle tre tragedie suddette, Paduano punta a far emergere i valori essenziali dell'esperienza teatrale intesa come autocoscienza del vivere.

Guido Paduano insegna all'Università di Pisa Filologia Classica e Letterature Comparate. Ha studiato soprattutto il teatro antico, tragico e comico, e la sua fortuna nelle civiltà successive; ha dedicato inoltre molti lavori alla drammaturgia del melodramma ottocentesco.


Condividi


Altri libri in questa collana