Su Lukács. Frammenti di un discorso etico-politico

Giuseppe Prestipino

Su Lukács. Frammenti di un discorso etico-politico

Prezzo di vendita$11.00
SKU: 9788835981930
Quantità:

Contatti

Newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle nostre pubblicazioni e ricevere offerte in esclusiva iscriviti alla nostra newsletter.

 

Email della casa editrice

info@editoririuniti.it

 

Invio manoscritti

redazione@editoririuniti.it

È gentilmente richiesto l'invio:

  • del testo (anche parziale e non definitivo) nel formato .doc oppure .pdf;
  • di una sinossi o breve presentazione dell'opera;
  • di un CV o breve biografia dell'autore/i.

    Leggiamo e valutiamo tutte le proposte, ma a causa dell'elevato numero di richieste purtroppo non ci è possibile rispondere a tutti.

    Non pubblichiamo romanzi e poesie.

     

    Invio curriculum *al momento non ci sono posizioni aperte*

    risorseumane@editoririuniti.it

    Candidature inviate ad altri indirizzi non verranno prese in considerazione.

     

    Telefono

    Casa editrice: (+39) 380 4590487

    Info ordini e disponibilità titoli: (+39) 351 9283809

     

    Social

    https://www.facebook.com/EditoriRiuniti

    https://www.instagram.com/editoririuniti_libri

     

    Cataloghi

    Cliccare per visualizzare e scaricare il catalogo generale e il catalogo dedicato a Matematica e Fisica.

     

    Indirizzo amministrazione

    Editori Riuniti
    Via di Fioranello, 56
    00134 Roma (RM)

     

    Promozione e distribuzione

    Siamo distribuiti su tutto il territorio nazionale da Messaggerie Libri. La promozione è affidata a EmmePromozione.

    Lukács abbandona lo schema unilineare, la vecchia formula del progresso prestabilito in forme univoche, e valorizza il tema delle alternative possibili. Il mondo moderno non è la scena di una rappresentazione già scritta al termine della quale debba esserci necessariamente e fatalmente il trionfo del socialismo. Come non potremo mai escludere una enorme catastrofe naturale o cosmica, perché le leggi di base della natura inorganica sovrastano le altre venute dopo, a partire dalla natura organica, così nella stessa vita sociale i giochi non sono fatti, la partita non è conclusa, tutti gli esiti sono possibili, anche quelli socialmente e politicamente catastrofici.

    Giuseppe Prestipino


    Formato 13x21 cm., pagine 171, stampato su carta FSC.

    A cura di Lelio La Porta.

    Appendice di Velio Abati.


    Giuseppe Prestipino (Gioiosa Marea, 1 maggio 1922 – Civitavecchia, 17 settembre 2020) a lungo militante, dal 1943, nel Partito comunista italiano (membro anche del Comitato Centrale), del sindacato, della stampa comunista, e infine nel partito della Rifondazione comunista, è stato redattore della rivista Critica Marxista, del cui comitato editoriale faceva ancora parte. È stato tra i fondatori e i protagonisti della International Gramsci Society Italia e, per il Dizionario gramsciano, ha scritto moltissime voci. Ha insegnato nelle università, da ultimo presso l’Università di Siena, Filosofia della storia e Filosofia teoretica. È stato anche presidente del Centro per la filosofia italiana, di cui era ora presidente onorario.
    Tra i suoi tantissimi libri, L'arte e la dialettica in Lukács e della Volpe (1961), Natura e società (1973), Da Gramsci a Marx (1979), Modelli di strutture storiche (1993), Narciso e l’automobile (2000), Realismo e Utopia. In memoria di Lukács e Bloch (2002), Tre voci nel deserto. Vico Leopardi Gramsci (2006), Gramsci vivo e il nostro tempo (2008), Diario di viaggio nelle città gramsciane [2011], L'arte della memoria [2015]. Ha curato, con Lelio La Porta, due antologie gramsciane: Contro l’indifferenza (2008), I Quaderni del carcere di Antonio Gramsci. Un’antologia (2014).

    Velio Abati e Lelio La Porta svolgono l’attività di Cultori della Materia della cattedra di Letteratura italiana e didattica della letteratura (Prof. Donatello Santarone) presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre.

    TRUSTPILOT