Carrello 0
Tatto e linguaggio - Il corpo delle parole

Tatto e linguaggio - Il corpo delle parole

Autore: Marco Mazzeo

ISBN13: 9788835954262

Anno pubblicazione: 2003

€11.90 €14.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €5,90



Pagine: 288, formato 14x21 cm.

Ai primi del Novecento l'incontro tra la biologia morfologica e la riflessione filosofica di Heidegger e Gehlen porta a una conclusione importante: nudità, carenza di istinti e stazione eretta costituiscono una condizione di svantaggio rispetto alle altre specie che esige una compensazione culturale. Poiché nasce inadatto, l'essere umano adatta a sé il mondo tramite mani e linguaggio verbale.

Per comprendere il senso della razionalità (e anche dell'irrazionalità) umana, bisogna considerare la specificità biologica e percettiva di un corpo che non ospita alcuna oscura interiorità. Il corpo umano si contraddistingue, in primo luogo, per la sua cronica immaturità: la sensibilità generica e diffusa di un organismo che non si specializza è la fonte di una plasticità genetica e cognitiva che costituisce il luogo d'origine del linguaggio. Attraversando l'etologia e il darwinismo, la scuola della Gestalt e l'approccio ecologico di Gibson, l'autore traccia una linea di pensiero che interpreta il tatto come il cardine della nostra forma di vita.

Marco Mazzeo è dottorando di ricerca in filosofia all'Università della Calabria. Ha curato il volume monografico della rivista "Il cannocchiale" Wittgenstein 50 anni dopo: corpo, sensibilità e linguaggio (2001) ed è curatore, insieme ad altri, del libro Linguaggio e Percezione. Le basi sensoriali della comunicazione verbale (2002).


Condividi


Altri libri in questa collana