Carrello 0
Un'isola sul Tevere. Il fascismo al di là del ponte

Un'isola sul Tevere. Il fascismo al di là del ponte

Autore: Adriano Ossicini

ISBN13: 9788835956396

Anno pubblicazione: 2005

€15.30 €18.00

Spedizione gratuita per ordini di almeno €49,00

Spedizione per posta raccomandata €3,95

Spedizione per corriere espresso €6,90



Pagine: 368.

1937-1947, dieci anni fondamentali della nostra storia riproposti insieme alla straordinaria esperienza di un giovane antifascista, studente di medicina, nell'ospedale Fatebefratelli, in un'isola sul Tevere che diviene, via via, un'isola emblematica di libertà e di antifascismo. L'affermazione e la crisi del regime, i rapporti fra la Chiesa e lo Stato fascista, la "campagna razziale", il carcere, la guerra, la Resistenza, il ritorno alla democrazia e insieme iniziative e ricerche di avanguardia nel campo clinico, assistenziale e sociale sono rivissuti attraverso storie autobiografiche e nei colloqui con personaggi determinanti per la nostra storia come i fratelli Amendola, Bonaiuti, Murri, papa Pacelli, De Gasperi, Miglioli, Spataro, Togliatti, Parri; i cardinali Montini, Tardini e Ottaviani, don Giuseppe De Luca, padre Bozzetti; uomini di scienza come Gentile, Calogero, Musatti, Cerletti, Perrotti... L'autore, divenuto uno dei più autorevoli protagonisti nel nostro paese in campo scientifico e politico, riporta, infine, alla luce documenti inediti di grande interesse che, nella seconda edizione riveduta e integrata, sono stati notevolmente ampliati.

INDICE

p. 17 - Una rischiosa polemica su Tucidide e il fascismo

p. 27 - Un'isola "della salute" sul Tevere

p. 35 - Il fiume sotto il letto. L'inizio di una lunga "avventura" in uno "straordinario ospedale"

p. 47 - Il medico di fronte alla "condizione umana"

p. 53 - Una lezione di vita da un operaio trockista

p. 63 - La sofferta ribellione di un parlamentare clerico-fascista

p. 78 - La vita nell'ospedale di fronte all'esperienza della guerra e all'inizio della campagna razziale

p. 93 - Il mio primo incontro con De Gasperi

p. 105 - I difficili incontri con Giovanni Gentile e Agostino Gemelli e un angoscioso "congedo"

p. 123 - Un ospedale singolare crocevia di pazienti politici, di speranze e di esperienze drammatiche

p. 134 - Davanti al sacrificio della Polonia e alla caduta di Parigi. L'Italia in guerra!

p. 145 - Studio, ospedale e politica, un equilibrio difficile. L'incontro con Franco Rodano e i primi arresti

p. 161 - "La svolta del 1942". La guerra cambia e il cerchio si stringe

p. 175 - L'esperienza del carcere

p. 202 - La caduta del fascismo

p. 219 - La Resistenza a Roma

p. 255 - La liberazione di Roma: ricomincia la vita "legale"

p. 272 - Una difficile esperienza politica e una felice esperienza clinica

p. 302 - Polemica fine di una coraggiosa testimonianza. La sinistra cristiana si scioglie

p. 332 - Una lettera del papa, uno scontro con Togliatti e un incontro con De Gasperi. Addio all'Isola

p. 361 - Indice dei nomi

Adriano Ossicini emerito di psicologia generale presso l'università La Sapienza di Roma è primario emerito del Centro medico psicopedagogico per la prevenzione e cura dei disturbi psichici da lui fondato nel 1947 insieme a Giovanni Bollea. Porta il suo nome la legge che riconosce la professione di psicologo. Membro per sette legislature del gruppo della Sinistra indipendente al Senato, di cui è stato vicepresidente per due legislature, ministro della Famiglia e della Solidarietà sociale. E' autore di numerose pubblicazioni scientifiche.


Condividi


Altri libri in questa collana